Teniamo alta l’attesa: ecco il promo giapponese di Pokémon Spada e Scudo!

@Magico

Siete pronti ad intraprendere un viaggio alla volta di Galar? Mancano ormai soltanto due giorni all’uscita dei giochi Pokémon Spada e Pokémon Scudo per Nintendo Switch, prevista per il 15 novembre 2019. Potete ancora pre-ordinare i giochi, al prezzo minimo garantito, per riceverli direttamente a casa vostra il giorno dell’uscita! Immaginiamo che l’attesa sia già alle stelle, ma vogliamo rendervi ancora più impazienti con questo fantastico ed emozionante nuovo promo giapponese!

Vi sarete accorti o avrete intuito che abbiamo deciso di interrompere gli aggiornamenti sulle ultime novità di Pokémon Spada e Pokémon Scudo, visto che mancano pochi giorni all’uscita, per non fare troppi spoiler. Verso l’uscita sono tante le cose che vengono fuori, e rischieremmo di rovinarvi la sorpresa solo qualche giorno prima che voi possiate vivere questa nuova avventura. Ma anche solo il pensiero della nuova Lega Pokémon, delle vaste Terre Selvagge, di nuovi Pokémon e delle spettacolari lotte Dynamax, vi avranno ormai più che convinto che questi due giochi saranno dei capolavori! Siete d’accordo con noi? Parliamone insieme mentre aspettiamo l’arrivo di questo venerdì.

Precedente Mostrate tante scene della serie animata "Pokémon" nel nuovissimo trailer! Successivo Pokémon Spada e Scudo sono ora finalmente disponibili in tutto il mondo!

2 commenti su “Teniamo alta l’attesa: ecco il promo giapponese di Pokémon Spada e Scudo!

  1. Non ho la Switch, quindi non li comprerò (almeno per il momento)…comunque spero che si rivelino degli ottimi giochi dopo tutti gli insulti e le lamentele dell’ultimo periodo (anche eccessivi): sarebbe una bella rivincita per un team che comunque si è impegnato a fondo per portare a termine questo progetto.

  2. @kamina92 Veramente troppo eccessivi. Io mi fido di Game Freak, capisco anche la maggior parte delle loro scelte e dove non le capisco non mi importa, perché mi fido di loro. Hanno sempre fatto un ottimo lavoro e amano le loro creature anche più di quanto le amiamo noi.

Lascia un commento